Workshop – Tommaso Bonaventura

Il fotografo attivo | Un workshop di Tommaso Bonaventura
Due intense giornate dedicate al progetto fotografico: analisi della domanda, ricerca fondi e costruzione di una nuova committenza.

Come si organizza un progetto fotografico? Dove trovare i finanziamenti? Come si presenta il proprio lavoro? Che ruolo anno le Onlus, le Fondazioni o gli Enti Pubblici nel finanziare e promuovere ii progetti di un fotografo?
Proveremo a dare una risposta a tutte queste domande grazie all’esperienza di un fotografo internazionale come Tommaso Bonaventura che guiderà i partecipanti tra i segreti che si celano dietro la professione.

Il workshop si rivolge a tutti coloro che, intendendo la fotografia come un metodo di indagine e di conoscenza, sono alla ricerca di nuove committenze. L’autore, a partire dalla condivisione del proprio percorso intellettuale ed artistico, illustra come il fotografo, nel proprio intervento, non sia più tenuto a rispondere a domande, bensì a costruirne.

 

Il workshop è a numero chiuso: massimo 12 partecipanti

Costo: 70,00 euro

Soci e corsisti 60,00 euro

Tommaso Bonaventura (Roma, 1969) ha studiato Storia dell’Arte presso l’Univesità La Sapienza e Arti Visive all’Istituto Europeo di Design a Roma.
Dal 1991 si dedica a ricerche e progetti a lungo termine utilizzando la fotografia e la scrittura. I suoli lavori sono stati pubblicati internazionalmente, e i suoi premi includono il World Press Photo e il Sony World Photography Award.
Le sue fotografie sono state esposte in gallerie, festival e musei, inclusi la Biennale di Architettura Venezia, il MAXXI – Museo nazionale della arti del XXI secolo Roma e il PAC – Padiglione d’Arte Contemporanea Milano.
Vive tra la Francia e l’Italia dove insegna anche Fotografia, sia in lectures universitarie che in workshop professionali.

24-25 ottobre 2020

Galleria Plenum – Catania  Via Vecchia Ognina, 142

Per informazioni e iscrizioni:

Tel 095 435932

info@plenumgallery.com

 

Tutte le sessioni di lavoro e gli accessi in Galleria saranno regolati nel rispetto delle norme per il contrasto del Coronavirus